giovedì 1 agosto 2013

Spirali Neolitiche nel Nord della Gran Bretagna

In passato, noi della Gazzetta del Mistero, ci interessammo alle attività androgene del neolitico dell'isola inglese. Alcuni articoli come Silbury Hill e la Valle del Kennet ed altri che descrivono le opere misteriose dell'uomo primitivo ci hanno reso buoni conoscitori dell'argomento tanto da essere piacevolmente colpiti dall'articolo che abbiamo l'onore di offrirvi:

Northumberland è la contea più settentrionale dell'Inghilterra, ai confini con la Scozia, nota per essere una tra le aree più fredde in tutto l'intero stato, con una temperatura media annuale inferiore ai 10°C. La geografia fisica di questa contea è varia: si parte con zone basse e piatte nei pressi della costa del mare del Nord e si prosegue con altitudini sempre maggiori verso il nordovest. Avendo fatto parte dell'impero romano ed essendo stato teatro di numerose battaglie tra la Scozia e l'Inghilterra, il Northumberland è ricco di storia, e in alcuni casi nemmeno tanto facile da ricostruire. Questo spiegherebbe la ragione della grande quantità di castelli che si trovano disseminati in questa regione. Eppure, la storia delle contea è molto più antica, tanto da affondare le radici addirittura nella preistoria. La prova è fornita dalla scoperta di migliaia di sculture strane e misteriose scolpite nella roccia, che secondo i ricercatori potrebbero risalire a più di 6000 anni fa. Queste straordinarie opere d'arte preistoriche sono rimaste indisturbate per migliaia di anni, fino a quanto ricercatori dell'Università di Newcastle e dell'English Eritage non le hanno riportate alla luce. I litogrammi comprendono una serie di intricati disegni concentrici, anelli interconnessi e coppe circolari. Tuttavia, per essendo una delle più importanti collezioni di arte preistorica della Gran Bretagna, il suo significato preciso sfugge ancora ai ricercatori. Uno dei maggiori contributi allo studio dei litogrammi di Northumberland si deve al dottor Stan Beckensall, uno dei maggiori esperti al mondo di arte su pietra. A partire dalla metà degli anni '60, lo studioso ha impiegato quasi 40 anni per la ricerca e lo studio del sito, catalogando più di 1500 sculture. Dopo aver completato lo studio, Beckensall ha donato l'archivio completo dei suoi studi all'Università di Newcastle. Grazie al lavoro di Beckensall, la comprensione sul passato remoto del nord della Gran Bretagna è molto meglio compreso che in passato. Inoltre, lo studio del ricercatore rappresenta la base fondamentale per le successive scoperte e analisi che sono state effettuate nel corso degli anni successivi. L'ultima spedizione è stata organizzata dai ricercatori dell'English Eritage, la cui scoperta più interessante è stata quella di un grande masso intagliato nel sito di Barnigham Moor, una zona a 300 metri di altezza, ai piedi delle catene montuose. Le incisioni mostrano numerose figure astratte, scanalature e fori a forma di coppa. Probabilmente, le sculture sono state realizzate con strumenti di pietra o di osso. L'opera è così ben conservata che è possibile vedere ancora i segni della lavorazione. “Ci sono molte teorie su cosa possano significare le incisioni”, spiega Kate Wilson, ispettrice di antichi documenti dell'English Heritage”. Essi possono aver avuto un significato simbolico di tipo pratico, per marcare un territorio ad esempio. Ma, potrebbero avere anche un significato di tipo spirituale. Nelle comunità dei cacciatori-raccoglitori, i luoghi dove le 'montagne toccano il cielo' erano considerati il dominio degli antenati soprannaturali. 

La maggior parte dell'arte rupestre si trova in quelle zone”. I litogrammi mostrano cerchi concentrici, abbozzi di formazione a spirale. Secondi i ricercatori, questi disegno mostrano che qualcosa nella società del mesolitico stava cambiando: “C'è un abisso di tempo e di civiltà tra la società che ha scolpito queste pietre e la nostra”, racconta uno dei volontari che ha partecipato alla scoperta. “Il loro vero significato è qualcosa che forse non capiremo mai”. Le concentrazioni di litogrammi più importanti della contea di Northumberland si trovano almeno in tre zone: Roughtin Linn, Weetwood Moor e Lordenshaw. 

Continua a leggere su Fonte

Nessun commento:

Posta un commento