sabato 31 agosto 2013

La Verità sulla Vita

La Verità sulla Vita
di
Leonardo L.





Ci sono migliaia di domande che resteranno senza risposta. Migliaia di domande che non ci saranno chiarite per tutta la durata della nostra vita terrena. Rimarremo con il dubbio che la nostra vita, le nostre speranze, i nostri sogni ed i nostri sentimenti siano soltanto frutto del Caos oppure del sonno agitato di qualche Dio beone. 

La nostra esistenza è strettamente vincolata all'Universo Materiale in cui viviamo e la sostanza di cui siamo composti, pur in altre forme, è esistita da sempre. 

Prima dell'inizio del Tempo, per come lo concepiamo, tutto era racchiuso in uno spazio tendente a Zero. All'interno di quell'insieme di energia pura vi erano celate tutte le formule matematiche ed i codici di costruzione di quello che sarebbe divenuto lo splendido e variopinto quadro che noi chiamiamo Universo. Tutti noi, la nostra Terra, il nostro Sole, tutte le galassie... tutto era racchiuso in un piccolissimo spazio. Ruggendo, ad un certo punto, in momento perduto nel passato, quella energia divampò creando spazio, tempo e materia. L'inflazione fu pari solo alla voglia di espressione delle formule matematiche che avrebbero portato alla costruzione della vita, del DNA. 

Le leggi universali prevedono l'esistenza di vita organica e queste leggi esistono da sempre. L'Universo ed il nostro corpo sono soltanto Edifici costruiti per ospitare l'unica cosa importante e cosciente. 

Sparsa nell'immensità universale, la coscienza risiede all'Interno del DNA e, come le leggi fisiche che hanno permesso lo sviluppo del 'Tutto', esisteva già prima dell'inizio del Tempo.  Detto questo, si può intuire che il Big Bang non è stato un evento casuale ma è stato voluto dalla volontà che era impregnata e compressa nella singolarità madre. 

Perché una volontà 'X' racchiusa in un piccolo spazio, completa di tutte le sue parti caratteristiche, avrebbe voluto distruggersi e frammentarsi creando Materia e Vita?

''Dio ci ha fatto a Sua Immagine e Somiglianza...''

Noi siamo l'immagine di Dio, abbiamo all'interno di noi stessi la Coscienza che causò il Big Bang, soltanto migliaia di volte meno 'Potente'. Come in un sistema frattale o olografico:

Un frattale è un oggetto geometrico dotato di omotetia interna: si ripete nella sua forma allo stesso modo su scale diverse, ovvero non cambia aspetto anche se visto con una lente d'ingrandimento. Questa caratteristica è spesso chiamata auto similarità oppure autosomiglianza.

Si intuisce che una coscienza superiore abbia voluto aprirsi per conoscere se stessa attraverso miliardi di miliardi di esperienze vissute da ogni creatura, da quella monocellulare, a creature complesse, per arrivare a noi umani oppure ad altre entità superiori (se esistono), sparse per la vastità universale.

L'Universo si raffredderà aumentando sempre di più la sua velocità di fuga? 

La fisica ortodossa ci racconta questo. Io credo che l'Universo esiste perché c'è una Coscienza a Misurarlo, a valutarlo, ad ammirarlo. Senza un osservatore cosciente Niente esiste. Quando non ci sarà più vita nell'Universo, Dio avrà esaurito il suo scopo: avrà, con coscienza, conosciuto se stesso. 

                                                                                        Leonardo L.






Nessun commento:

Posta un commento