domenica 4 agosto 2013

Gabbia Olografica

Noi esseri umani siamo stati dotati di cinque sensi e di una mente per studiare, capire ed apprendere dalla nostra realtà. Viviamo immersi nella quotidianità, avvolti in un minuscolo lembo di un arazzo immenso tessuto in un punto imprecisato del tempo e dello spazio. Intorno a noi percepiamo una potenza eterna, vibrazioni sovrannaturali, eppure siamo costretti nel nostro angolo ed il nostro punto d'osservazione è limitato.

Alcuni processi chimici che avvengono nel nostro cervello influenzano la nostra mente e ci fanno osservare cose realistiche, celate dalla trama di questa immensa prova teatrale. Le visioni,
chiamate allucinazioni, provocate dall'uso di sostanze chimiche o da semplici disposizioni mentali o da traumi fortissimi, potrebbero essere parte del mondo a noi negato.

La Dimetiltriptamina (DMT- 2-(1H-indol-3-il)-N,N) , secondo gli studi del Dottor Rick Strassman, psichiatra di indiscussa fama, viene prodotta dalla ghiandola pineale soprattutto verso le 3-4 del mattino e sarebbe responsabile delle creazioni oniriche e della loro vividità. Questa sostanza si trova, oltre che nel nostro fluido cerebrospinale, anche in animali e piante. Da millenni, sciamani del sud america hanno utilizzato questa sostanza estraendola dalla corteccia e dalla linfa di piante come la Virola e semi di altre piante leguminose.

L'Universo così misterioso ed immenso potrebbe essere solo una gigantesca gabbia creata per contenere la nostra Anima. Tutto potrebbe essere Olografico e meticolosamente progettato. Per quale scopo?

La Dimetiltriptamina (DMT- 2-(1H-indol-3-il)-N,N) si trova, oltre che nel nostro fluido cerebrospinale, anche in animali e piante. Da millenni, sciamani del sud america hanno utilizzato questa sostanza estraendola dalla corteccia e dalla linfa di piante come la Virola e semi di altre piante leguminose. Nel 1931 il DMT è stato sintetizzato ed i suoi cristalli sono considerati uno dei più efficaci allucinogeni, capace di far perdere completamente coscienza a chi ne fa uso per precipitarlo in un mondo parallelo dove luce e dimensioni sono completamente distorte, dove il suono è discontinuo come il tempo, dove sogno e realtà si fondono.
Oggi è una droga illegale in molti paesi ''civili''. L'assunzione di questa sostanza è fortemente dannosa per chi ha problemi psichiatrici ma, a parte questi casi, l'uso non ha controindicazioni. Tutti quelli che hanno provato continuativamente questo prodotto naturale hanno aperto un varco in una dimensione sovrapposta alla nostra, forse l'unica vera dimensione, nella quale entità descritte da molti come ''gnomi dalla pelle Scura'' prendevano contatto col soggetto mostrando loro un mondo completamente diverso da quello in cui viviamo. E' incredibile come questa esperienza sia comune a tutti i consumatori assidui della sostanza.
Sembrerebbe che il nostro corpo e la nostra mente siano intrappolati nel mondo materiale e che il DMT ed il lavoro della ghiandola pineale siano l'unico accesso al mondo vero, eterno e senza confini che esiste dall'altra parte... un passo oltre l'ignoto.

Molte università nel mondo studiano i fenomeni parapsicologici. Uno di questi è l'esistenza e l'attività del conscio dopo la morte.
Uno dei centri di studio più accreditati è il Dipartimento per gli Studi Percettivi dell'unità di medicina Psichiatrica dell'Università della Virginia, dove il dott. Jim B. Tucker ha studiato le esperienze di migliaia di bambini in tutto il mondo con risultati sconcertanti.
Quest'ultimo ha effettuato uno studio in particolare sui bambini che affermano di ricordare vite precedenti. Nel suo saggio Life before Life: a scientific investigation of children's memories of previous life, egli descrive quarant'anni di ricerche compiute in tal senso. I bambini da lui analizzati provengono da ogni angolo del pianeta e da diverse tipologie di famiglia. L'età di questi bambini varia dai due ai sei anni, dopodiché tali ricordi verrebbero dimenticati. I ricercatori, una volta raccolte le testimonianze, sono andati personalmente nei posti indicati dai bambini ad incontrare le persone di cui avevano parlato, riscontrando, a loro dire, che avevano detto la verità. Psicologi come Tucker analizzano i casi di centinaia di pazienti, e spesso per verificare le informazioni che i bambini ricordano devono interrogare almeno una cinquantina di persone diverse. Stevenson per primo fa notare che organizzare una truffa coinvolgendo più di cinquantamila persone è quantomeno difficile, se non impossibile. Secondo la testimonianza di Jim B. Tucker, i bambini analizzati non usano mai l'espressione "vita precedente" pur descrivendo con chiarezza ciò che sarebbe loro avvenuto in passato. Un bambino turco, per esempio, avrebbe fornito molti dettagli circa la sua famiglia passata residente nella città di Istambul, che
si trovava molto lontano dal luogo dove abitava adesso, aggiungendo particolari di parenti avuti in passato, citando i loro nomi armeni assieme ai relativi indirizzi di casa. Ricordava anche i nomi della moglie e dei figli. Non tutti i bambini però ricorderebbero le vite precedenti. Tucker avrebbe notato che nel 70% dei casi i bambini ricordano morti avvenute soprattutto in circostanze non naturali, quali incidenti, episodi traumatici improvvisi e morte violenta. A fronte dei suoi vari esperimenti, che lo hanno portato a ritenere che la coscienza non sia un prodotto del cervello bensì dell'anima, e che quindi sia immortale, Jim B. Tucker non vuole usare il termine "reincarnazione", pur affermando che tale possibilità non possa essere esclusa del tutto; egli preferisce parlare di prove concrete sulla sopravvivenza delle emozioni umane in presenza di specifiche circostanze.

Le religioni si sono formate e sviluppate nel corso dei secoli perché l'umano sente la presenza di qualcosa di divino, più semplicemente, non comprensibile. Dietro le quinte della nostra esistenza c'è chi organizza una strepitosa regia e scenografie impressionanti. 

L'energia nascosta dentro di noi, quella che ci da vita e coscienza, è stata incanalata all'interno del nostro corpo per uno scopo a noi sconosciuto. Molti, come alcuni scienziati parapsicologi, credono che questa energia abbia attraversato il tempo abitando più individui, vivendo innumerevoli vite. 

A chi ed a cosa serve la nostra energia? 

L'universo è un immenso teatro olografico? 

Alcune religioni sembrano avvicinarsi più di altre alla realtà come alcune dottrine gnostiche o alcune grandi religioni orientali. 
Noi della Gazzetta del Mistero siamo convinti che per scoprire il vero significato della vita non si debba soltanto essere scienziati ma anche sciamani. Bisogna essere campioni di razionalità per capire la logica dell'Universo ma anche percettivi per intuire le volontà superiori che ci hanno condotto su questo palcoscenico.  

Nessun commento:

Posta un commento