domenica 13 gennaio 2013

Lettera dal Futuro

In questi anni, noi de 'La Gazzetta del Mistero', abbiamo ricevuto centinaia di mail dai nostri lettori, da persone che vogliono pareri su foto di presunti avvistamenti, da gente interessata ad argomenti particolari e da persone che gradiscono far conoscere la propria storia 'diversamente normale' per puro piacere di farlo o per divulgare la propria conoscenza della realtà ad un pubblico più vasto. Abbiamo letto tanto e molto ci siamo stupiti nel leggere storie incredibili, appassionanti ed al limite del surreale. Abbiamo scoperto un mondo parallelo che, nonostante il passare del tempo riesce sempre ad entusiasmarci.

La mail che vi presentiamo ci è arrivata il 23 Dicembre del 2012. Scritto da Ian ed inviatoci nell'Aprile 2052. Non so se avete capito: questa mail ci arriva dal futuro. Sembra che i destinatari non saremmo dovuti esser noi della Gazzetta. Pare che Ian volesse scrivere ad un amico o un collega. La mail, quindi, ci è arrivata per sbaglio da un punto nel tempo distante 40 anni. 
Dopo un attento studio abbiamo deciso di pubblicarla, anche perché è forse la più bella Mail che ci abbiano mai inviato.

11 Aprile 2052

Ciao Marco, 
è una vita che non ci vediamo. Dovresti venire a Milano più spesso. Mia madre ha incontrato al mercato di Via Torino tuo cugino Antonio, il fabbro, e lui le ha dato gentilmente il tuo indirizzo di posta elettronica. Spero ti faccia piacere che ti scriva.... 
Come stai? Io molto male. Qui il vaiolo ha colpito duro e molti di quelli della bandaccia sono morti. Lì a Bergamo com'è andata? Monsignor Pardini ha gestito bene la situazione come suo solito? 
Qui a Milano il Vaticano ha deciso di sostituire il vecchio Genovesi con il Torti: dicono che sia stato un Vescovo di ferro giù a Napoli. Spero per lo meno che abbassi le tesse di transito: adesso ho un carro tutto mio ed un giovane cavallo. Trasporto Maiali per i Macelli Milanesi e passo tutto il giorno per i paesini di provincia a cercare sperdute fattorie. Arrotondo trasportando cose o lettere in città per i vari contadini o braccianti che incontro fuori, faccio per loro commissioni o gli porto oggetti o beni che non riescono a trovare nei loro piccoli centri. 
Tu con il lavoro? Ho saputo da tuo cugino che lavori con i Computer... buon per te.... io non ci capisco veramente niente. Infatti ti invio questa mail da un internet point e se non fosse per la gentilezza del gestore (che conosco molto bene visto che è il padre della mia nuova fidanzata) probabilmente non riuscirei neanche ad inviartela. 
Sai che mio fratello Alessio si è arruolato nel Sacro Esercito? Lo hanno messo nella fanteria pesante guidata dal Barone Alfonsi. Presto raggiungeranno Gerusalemme: gliela faremo vedere a quei miscredenti. Sono salpati ieri da Genova in cinquemila. Tutti giovani milanesi. Sono fiero di mio fratello e di tutti gli altri. 
Qui a Milano c'è un po' di fermento perché alcuni credono che i focolai di Vaiolo siano stati provocati dalla Centrale Nucleare di Trezzano. Si, hai capito bene: un luogo sacro come una centrale nucleare è stata accusata di esser causa di morte. Il Nostro nuovo Signore e Vescovo Torti ha deciso di dare ascolto a queste voci ed ha benedetto i sette reattori della centrale. I Sacerdoti che gestiscono la Centrale hanno detto che i valori di radioattività sono nella norma.... ma nonostante questo c'è chi vorrebbe chiudere la nostra fonte di luce e calore. Che bifolchi!
Dobbiamo rivederci, amico fraterno!
Ti ricordi quante risate si sono fatte insieme quando eravamo a fare i taglialegna a Lugano? Che bei momenti. Abbiamo costruito un paese intero. Tuo zio ha sempre quella ditta di costruzioni? 
Un modo per rincontrarci ci sarebbe: il ....

Qui la lettera di Ian si interrompe. Bella davvero. Complimenti per l'idea.

L'Italia governata dal Vaticano. Un mondo metà avvolto da un oscuro nuovo medioevo e per metà illuminato da una tecnologia evoluta. 

Quello che ha scritto Ian sarà il un probabile futuro? 



Nessun commento:

Posta un commento