sabato 26 gennaio 2013

Il Mondo dei Giganti

Agli albori dell'umanità, quando l'homo sapiens sapiens compiva i primi incerti passi su una terra selvaggia e colma di pericoli, una specie evoluta dominava il mondo con forza tremenda. Esseri umanoidi enormi chiamati genericamente Giganti sono rimasti nella nostra cultura e la loro storia riecheggia nel nostro presente grazie agli antichi testi sacri. 

I Nephilim sono creature ibride, metà uomo e metà angelo. Nascono dall'accoppiamento tra donne terrestri ed alcune creature chiamate i Figli di Dio (angeli). Letteralmente la parola Nephilim significa 'Quelli che sono Precipitati'. 
La Storia dei Nephilim è straordinaria. Nel libro di Enoch si narra le gesta di Shemhazai, uno dei più forti angeli di Dio, il quale prese la guida di una Setta di Angeli ribelli al progetto divino e, con loro, scese sulla terra per istruire gli umani. alla conoscenza del bene. Questi Angeli rimasero sulla terra per molto tempo andando contro le istruzioni e gli ordini di Dio. Insegnarono ad alcune donne umane a compiere prodigi ed altri sortilegi ed, infine, con loro ebbero rapporti carnali dai quali nacquero i primi Nephilim. 
Quando gli Angeli di Shemhazai lasciarono la Terra, i Nephilim, senza controllo, divorarono ogni risorsa terrestre. Una volta senza cibo, iniziarono a cibarsi di carne umana. Questi esseri sono accostati ai più atroci e sanguinari episodi del vecchio testamento. 

I Giganti della mitologia greca erano figli di Urano e Gea (cioè del Cielo e della Terra). Nella Gigantomachia i Giganti furono sconfitti in una guerra contro gli Dei dell'Olimpo ed imprigionati in antri sotto la crosta terrestre. In particolare, una delle prigioni di questi alti e capelluti esseri era sotto la caldera dell'Etna. 
Alcioneo ed altri 23 giganti riuscirono a raggiungere l'Olimpo ed attaccarono i Dodici Dei principali che riuscirono a vincere grazie ad Eracle, un semidio.

I Ciclopi erano Giganti che abitavano la Sicilia molti millenni prima della conquista della Grecia. I Ciclopi avevano due occhi rotondi e non uno solo (con il quale spesso vengono rappresentati). Vennero chiamati Ciclope a causa del fatto che il loro cervello non era composto da due emisferi bensì da uno soltanto (ciclopia). Questi Giganti erano maestri nella lavorazione del metallo. La Mitologia Greca descrive i Ciclopi come i fabbricanti delle folgori di Zeus mentre quella romana li vuole come aiutanti di Vulcano. 

I Titani erano i figli di Eurinome, la Dea creatrice del Tutto, e sono creature immortali. Giapeto è un Titano considerato il progenitore del genere umano. Nella Titanomachia, avvenuta nel 1500 a.c., i Titani, guidati da Crono, entrarono in guerra contro gli Dei dell'Olimpo alleati ai Ciclopi ed agli Ecatonchiri. Vennero sconfitti ed esiliati in 'estremo occidente'. Ade, Zeus e Poseidone, i figli ribelli di Crono e Rea, due titanoidi, riuscirono a vincere contro le creature più potenti della Terra. Tra le fila dei Titani c'era anche Atlante che come pena subì quella di reggere il peso del cielo sulle proprie spalle per l'eternità.

Gli Ecatonchiri nacquero dopo una pioggia che Urano scatenò sulla Terra (Gea) ingravidandola. Cotto, Briareo e Gige erano umanoidi alti 3 metri ma avevano il potere di mutare la loro grandezza fino a 8 Km di altezza. Avevano 100 braccia e rappresentavano una minaccia per il Dio del Cielo Urano tanto che decise di rinchiuderli nel Tartaro, la zona più remota ed oscura degli inferi. Successivamente furono liberati dagli Olimpi ribelli per respingere i Titani invasori.

Gli Jotunn sono Giganti nemici degli Dei Maggiori di Asgard. Si dividono in Giganti del Gelo, abitanti il pianeta Jotunheimr, e Giganti del Fuoco, abitanti un mondo chiamato Regno di Muspell.
L'importanza data ai giganti nel mondo norreno è più che rilevante se si tiene conto del fatto che il primo essere vivente a nascere dal caos primordiale doveva essere un gigante chiamato Ymir.

Per alcuni i giganti rappresentano le forze caotiche primordiali in conflitto con la razionalità degli Dei. Una potenza inaudita, immortale e senza limite ma domata, governata, guidata dalle divinità umane. Il Caos della natura imbrigliata dalla conoscenza e dalla volontà umane. 
Per altri queste creature sono realmente esistite e frutto di un ibridazione tra il Genere Umano ed una o più generi alieni che in passato hanno visitato il nostro pianeta e che, forse, ci hanno creato. 

                                                                                                                                         Simone Pagni 








Nessun commento:

Posta un commento