sabato 5 gennaio 2013

Evoluzione Imminente

La ricerca della divinità si sviluppa all'interno di ogni umano. Il Dio che cerchiamo non è su un altro piano d'esistenza o in alto nei cieli bensì nella nostra mente, nel nostro codice genetico. La ricerca si sviluppa all'interno di noi stessi e lì si conclude. Quando un umano trova il Dio che è in lui prende inizio una trasformazione radicale profonda. L'individuo che termina con successo la ricerca del divino diviene conoscitore del tutto, manipolatore della realtà ed un formidabile empatico. La ricerca del divino ha portato l'uomo ad essere divinità. 

Non tutti si scoprono Dio. Molti di noi umani sono discenti diretti delle bestie ancestrali che abitavano questo pianeta migliaia di anni fa. Sono individui lascivi, scaltri, crudeli, indifferenti, vuoti... bestiali. Questi esseri non hanno Dio all'interno del loro codice genetico ma solo i riflessi grotteschi di quello che in passato furono i loro antenati. 

Il Divino si cela in persone colme di passione ed aventi sentimenti forti. Spesso questi individui hanno codici di comportamento morali innati che seguono ciecamente per tutta la loro esistenza. Non ricercano il potere, non desiderano ricchezze, l'uomo divinità è in costante guerra con l'uomo nullità che ha in pugno l'intero pianeta dal punto di vista politico ed economico. Ogni azione dell'uomo divino porta al bene e contribuisce al raggiungimento di una nuova evoluzione del nostro genere mentre le attività meschine dell'uomo nullità sono mirate ad accresce potere e ricchezza. 

Miopi del loro destino, gli uomini nullità guidano il mondo sostituendo il Dio che non avranno mai dentro di loro con posizioni sociali di potere assoluto, incoronandosi come divinità, ponendosi a capo della Terra, pur non avendo nessun tratto del Dio che bramono e che vorrebbero imitare. Sono dei poveri mortali ed il frutto dei loro lombi saranno sterili figure sul nostro pianeta. Quando chiuderanno gli occhi per l'ultima volta sarà per sempre. 

L'Uomo divinità conosce il valore della propria progenie e per questa combatte tutta la vita. I figli del divino erediteranno la Terra, conoscendo un evoluzione che distaccherà loro dalle bestie umane che adesso li circondano. L'uomo divinità continua la propria esistenza rafforzando la mente e lo spirito dei propri successori. Ecco perché gli antenati hanno così valore per l'uomo divinità perché all'interno di loro stessi ci sono tutte le esperienze e le emozioni dei lontani padri che hanno contribuito alla loro esistenza. 

Un giorno gli uomini divini erediteranno il mondo. Sono pochi, schiacciati dell'uomo nullità, ma presto una nuova evoluzione li porterà a distaccarsi dalle bestie immonde che li circondano. Forse l'uomo nullità, sempre alla ricerca dei beni terreni, del benessere fisico, non si accorgerà di questa nuova Razza, nata dall'evoluzione dell'uomo divino, finché non verrà spodestato e tolto dal pianeta. 



2 commenti:

  1. sinceramente non so se appartengo alla fazione degli uomini divini....sono però sicuro di non appartenere a quella degli uomini bestiali.
    Questo articolo è molto intrigante per me che sono sempre alla "ricerca".
    Sarebbe interessante sapere su che cosa si basano le sue considerazioni.
    Buonaserata

    RispondiElimina
  2. Le fondamenta del mio pensiero trovano luogo nella memoria. Anni ed anni di osservazione ed involontario studio del comportamento dei miei simili, dalla mia nascita fino al presente, mi hanno portato a queste conclusioni. Gli esseri umani si dividono in due Generi ben distinti e perennemente, occultamente, in contrasto. Intuisco che, a parte l'osservabile ed il tangibile, esiste una Variabile nascosta tra i grovigli perfetti del nostro essere. Questa variabile influisce sull'indole di una persona. Questa variabile può essere chiamata in qualsiasi modo si voglia. Io non sono credente ma il nome che mi è venuto più naturale darle è Dio. Chi ha questa energia dentro di se, benché sottoposto ai mali fisici e psicologici del mondo, è una persona limpida, appagata, corretta, vivace, estrosa... Chi ha un valore della variabile pari a 0, ricerca appagamento, vivacità con metodi oscuri, spesso ferendo la dignità e la libertà di altri. Riempono la propria vita di cose materiali, deteriorabili... cercando di colmare un vuoto che sentono fortemente. Chiaramente, questa visione delle cose è soggettiva, mia personale e non appoggiata da nessuna prova di laboratorio o con valore scientifico alcuno. PS: se le fa piacere potrebbe leggere alcuni scritti di San Paolo di Tarso dove viene espressa un idea simile dell'essere umano.

    RispondiElimina