lunedì 15 ottobre 2012

Cometa ISON e le Profezie che si Avverano

Direttamente dalla nube di Oort, ecco a voi ISON, la cometa che tutti stavano cercando. Scoperta il 16 Settembre 2012 da due astronomi russi, questo bestione piomba, attratto dalla gravità solare, verso i pianeti interni. Attualmente poco oltre l'orbita di Giove, ISON dovrebbe schivare per un niente il pianeta Marte facendo risparmiare alla NASA i soldi spesi per Curiosity (che in caso di impatto sarebbe andato distrutto). Secondo gli astrofili, il suo passaggio nei pressi della Terra dovrebbe avvenire ad una distanza siderale: 60 milioni di Km (0,4UA). 

Quante profezie conoscete che parlano dei Due Soli che dovrebbero brillare poco prima della fine dei tempi? Io ne conosco almeno una decina. Ebbene, ecco qua la rivelazione:

ISON, essendo una cometa non periodica, quindi provenendo intonsa direttamente dalla fucina delle comete, entrando per la prima volta nel caldo ventre del sistema solare, svilupperebbe una lunghissima Coda ed un'abbagliante luminosità. Nel Ottobre-Dicembre 2013 (sempre che la profezia Maya ci preservi) dovremmo vedere la cometa con una luminosità superiore a quella della luna piena. 

Sarà uno spettacolo. 

I pessimisti dicono che la traiettoria della cometa sarà influenzata dal passaggio radente che farà su Marte e che, quindi, impatterà sul suolo terrestre il 21 Dicembre 2013. 

Ancora il 21 Dicembre? Dovremmo aspettare un altro anno?

Noi della Gazzetta del Mistero, ormai saturi di profezie e di Uccelli del Mal'augurio, abbiamo affittato per un anno e mezzo un bunker all'interno dei monti pisani (proprio sotto la Verruca). 

Dal Bunker è tutto.... alla prossima. 


Nessun commento:

Posta un commento