giovedì 9 febbraio 2012

Vita Su Marte

Dalla Mail di Giuseppe U. di Castagneto Carducci.

Nel 1972, l'Unione Sovietica costruì un Vettore N1 in orbita grazie all'utilizzo della stazione spaziale Salyut 1 che spinse a gravità 0 una navicella di tipo Sojuz 11 e modulo d'attracco marziano di tipo LK. La Missione M1 aveva come obbiettivo lo sbarco di un equipaggio russo sulla superficie di Marte. 
Nel gennaio 1973 due cosmonauti Russi misero piede su Marte e quello che trovarono era completamente diverso dal paesaggio mostratoci dai Rover NASA d'inizio millennio. Nella zona d'atterraggio, Marte era verde, ricco d'acqua e di foreste. Gli esperti cosmonauti scoprirono che l'atmosfera era comparabile a quella terrestre. La permanenza sul suolo marziano durò 23 ore terrestri nelle quali non vennero osservate creature intelligenti. Dopo che il modulo e la navicella si riunirono, restarono in orbita per due settimane per poi fare ritorno. La missione si concluse nel Luglio 1973.

Noi della Gazzetta del Mistero ci siamo informati sulla tecnologia sovietica degli anni '70... Dire che questo progetto era aldilà delle possibilità russe è un eufemismo.

Comunque, ad accompagnare questa gentile mail c'erano alcune foto di riferimento che alleghiamo ringraziando Giuseppe. 




Nessun commento:

Posta un commento