mercoledì 12 ottobre 2011

Specola Vaticana e Alieni

La Specola Vaticana è un osservatorio astronomico che rappresenta il centro di tutta la ricerca scientifica del potere Cattolico ed una delle Istituzioni più antiche al mondo. La Specola Vaticana fu fondata per ordine di Papa Gregorio XIII° nell'anno 1578. L'attività astronomica iniziò dopo la costruzione della Torre Gregoriana dove furono messi a lavoro tutti gli astronomi e matematici gesuiti dell'epoca. Oggi, quest'antica istituzione, fa parte dell'Unione Astronomica Internazionale ed ha mezzi tecnologicamente avanzati e personale altamente qualificato. La gestione della Specola è affidata alla Compagnia Di Gesù ed è diretta dal gesuita José Gabriel Funes.
Funes, ordinato presbiterio nel 1995, si è laureato in astronomia all'Università di Còrdoba in Argentina nel 1985, sempre nel 1995 si è laureato in teologia all'Università Gregoriana, nel 1996 si è laureato in filosofia all'Università di El Salvador e nel 2000 ha conseguito il Dottorato in Astronomia all'Università di Padova. Proprio nel 2000 è entrato come ricercatore nella Specola Vaticana e nel 2006 è diventato Direttore dello stesso Istituto.
-È possibile credere in Dio e negli extraterrestri. Si può ammettere l'esistenza di altri mondi e altre vite, anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell'incarnazione e nella redenzione.
Questa frase del Direttore della Specola farà discutere gli esperti di Ufologia ed i cattolici più ferventi.
-Come esiste una molteplicità di creature sulla terra — ha detto ancora il padre Funes — così potrebbero esserci altri esseri, anche intelligenti, creati da Dio. Questo non contrasta con la nostra fede, perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio.
Funes continua nell'esposizione della sua tesi dicendo una cosa disarmante:
-Non è detto che essi debbano aver bisogno della redenzione. Potrebbero essere rimasti nell'amicizia piena con il loro Creatore.
Del loro Creatore? Ma non esiste un solo creatore per la religione cattolica? E l'essere umano non doveva essere fatto ad immagine e somiglianza di Dio garantendogli un po' di Unicità nell'universo?
- Anche loro, in qualche modo, avrebbero la possibilità di godere della misericordia di Dio, così come è stato per noi uomini.
Poi continua sulla sua idea di creazione:
- Si può anche credere in Dio creatore ed alla teoria del Big Bang che è la migliore spiegazione dell'origine dell'universo che abbiamo finora.
Infine da un suo parere sul perché della nostra esistenza:
- Da astronomo io continuo a credere che Dio sia il creatore dell'universo e che noi non siamo il prodotto della casualità ma i figli di un padre buono, il quale ha per noi un progetto d'amore. La Bibbia fondamentalmente non è un libro di scienza: non si può chiedere alla Bibbia una risposta scientifica.




Nessun commento:

Posta un commento