venerdì 23 settembre 2011

Satellite della NASA cadrà Sul Nord Italia: Venerdì 23 Settembre 2011

26 frammenti tra 6 etti ed i 158 kg cadranno sulle regioni settentrionali italiane. Due sono le previsioni della protezione civile: tra le 19 e 30 di venerdì 23 alle 5 del mattino di sabato 24 potrebbe essere interessata dalla pioggia di detriti Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli, Liguria ed Emilia Romagna oppure solo il Nord Ovest della penisola.
I tecnici NASA dicono che il satellite, grande quanto un autobus, sta cadendo a causa di un impatto con i detriti di un altro satellite avvenuto due anni or sono.
Il satellite fu messo in orbita 20 anni fa per studiare le condizioni dello strato d'ozono della nostra atmosfera ma non c'è notizia su eventuale presenza di materiale radioattivo al suo interno.
I frammenti si dovrebbero schiantare in un area di raggio 600 km, quindi molto vasta. Le possibilità che i frammenti provochino vittime sono remote... questo è quello che conferma la Protezione Civile.
Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, dopo la riunione del Comitato Operativo, si esprime così:
''Ci troviamo di fronte a un evento - ha spiegato Gabrielli - di cui non c'e' letteratura perche' la stragrande maggioranza di questi frammenti cade in mare o in zone deserte. Dunque stiamo cercando di mettere in piedi per la prima volta un sistema di autoprotezione che passa innanzitutto per una informazione trasparente, chiara e tempestiva''.
Non sarà possibile evacuare perché l'area a rischio è abitata da 25 milioni di persone.

Nessun commento:

Posta un commento