giovedì 29 settembre 2011

Malanghiani o Belliniani?

Leggendo l'articolo di Federico Bellini, ''I Malanghiani, la nascita di una setta laica'', mi sono soffermato a riflettere su chi ha in mano lo studio del fenomeno d'interferenza aliena e come gestisca le 'nuove scoperte'.
Nuove scoperte vengono fatte ogni giorno e vengono esposte in riviste, blog, pagine facebook... Ma come riescono questi due gruppi, X e Y, a svelare così tanti agghiaccianti ed oscuri segreti della storia universale? Come è possibile azzardare di teorizzare cosa sia Dio? La concorrenza costringe loro ad una produzione di notizie sempre più serrata?
Una Religione nasce quando un gruppo di persone inizia a credere ciecamente a Teorie non accompagnate da prove scientifiche.
Le scoperte dei Malanghiani sono sorrette da testimonianze di addotti, che molto spesso sono sotto ipnosi regressiva o altre pratiche di manipolazione mentale, operazioni molto rischiose per la psiche del 'paziente'. Le scoperte dei Belliniani sono sorrette dall'esperienza diretta del Bellini e dai ragionamenti che egli effettua su queste.
Malanga e Bellini svolgono con passione il loro lavoro e non credo pensino minimamente di essere a capo di piccole sette laiche o religiose ma la maggior parte di coloro che seguono conferenze e le argomentazioni sui vari canali web o dal vivo sono veri e propri 'seguaci' pronti a tutto per difendere la teoria del loro leader.
Ma dove stanno i riscontri scientifici? Molti potrebbero rispondermi dicendo che la scienza umana è arretrata e corrotta ed io potrei anche essere d'accordo. Però, spesso vengono tirate fuori leggi fisiche di scienziati come Bohm, Aspect, Pribram per sorreggere tutta la teoria.... Allora? Quando serve un appoggio teorico per dare più credibilità a quel che si espone la scienza diventa ''Parola di Dio''?
Non mettendo in dubbio la buona fede degli interessati, si ha la sensazione che i due protagonisti manchino di modestia, tralasciando spesso di dire nelle conferenze che le loro esposizioni sono basate su metodi di ricerca non scientifici e che, quindi, rimangono punti di vista personali e non teorie. Molte persone con personalità deboli tendono a credere alle parole dette loro senza avere un minimo di conoscenze scientifiche, filosofiche o psicologiche per valutare le argomentazioni. Questa non è la nascita di una setta laica: questa è la nascita di una Setta Religiosa.
Le persone che seguono sia Bellini che Malanga devono sapere che probabilmente quello che dicono ha radici profondamente conficcate nella verità ma potrebbe essere anche il contrario. Considerando l'abissale bagaglio di conoscenze che hanno sia Malanga che Bellini, bisogna che chi vuol conoscere il loro punto di vista sia informato che per capirlo devono essere assimilate e fatte proprie conoscenze di alto spessore culturale.
Personalmente reputo affascinanti le 'teorie' di Malanga e sensazionali quelle del Bellini ma, pur cosciente dell'esistenza del problema delle interferenze aliene, mi guardo bene di prendere per verità colata le loro parabole.
Dispiace vederli lavorare separatamente, dimostrando debolezza umana ad entità che, contrariamente, si compattano davanti alle minacce ed alle avversità.





Nessun commento:

Posta un commento