venerdì 16 settembre 2011

I Misteri Visti dal CICAP: Intervista a Mauro Zunino Ultima Parte

- 1) Cosa ne Pensa del Blog 'La Gazzetta del Mistero'?

A dire la verità non lo conoscevo fino a quando Lei non mi ha chiesto di rispondere alla Sua intervista. Posso dirle che l'ho inserito nei miei preferiti.

Ricevo le Vs. News letter con piacere, anche se molte volte non concordiamo con le stese idee, presumo sia per questo che Lei abbia voluto intervistare un socio del C.I.C.A.P.

Quello che mi spiace di questo blog, è il non vedere mai commenti sugli articoli scritti dai soci del blog. Mi da l'idea che la gente scriva ma non si interessi anche agli altri che giustamente hanno anche loro da dire qualcosa. Credo che se si cominciasse a scrivere dei commenti il blog stesso crescerebbe in modo automatico, in quanto si instaurerebbe una relazione fra tutti.

Sia chiaro, anche io non li leggo tutti, dopo aver letto il cappello dell'aricolo faccio una cernita di ciò che è più interessante per me, altrimenti non ne uscirei più! Questa non è certo una Vs. pecca, ma di chi scrive e basta. Io personalmente inviterei tutti i soci a tener presente questo fatto e quindi ad essere più attivi, non solo creare articoli per il piacere che qualcuno li legge. Comunque non spetta a me utente insegnarvi il Vs. lavoro. Comunque siete forti avete creato un blog originale, dove non trovi le classiche mail di ciao che fanno solo perdere tempo a cancellarle senza neanche aprirle. Comunque personalmente io proverei a lanciare questo messaggio a tutti gli utenti.

- 2) Non sente mai in cuor suo che probabilmente il sistema di valutazione del CICAP trascuri molto il lato psicologico ed emotivo dei vari casi? Non crede che visto che i casi paranormali sono testimonianze di esseri senzienti, dovrebbero essere studiati per essere capiti e non per essere smentiti?

“Nessuna quantità di esperimenti

potrà dimostrare che ho ragione

un unico esperimento potrà dimostrare

che ho torto”

Galileo Galilei.

Questa domanda la reputo leggermente “Tendenziosa”, come le persone che credono di avere qualche facoltà paranormale sono “Senzienti”, anche io , il CICAP, gli scienziati, chi esprime un proprio giudizio, anche Voi con il blog siamo tutti senzienti di ciò che diciamo, altrimenti saremmo tutti degli emeriti “Imbecilli!”

Tengo a precisare che tutti coloro che si presentano al CICAP affermando affermando di aver qualsivoglia facoltà, è trattata con il massimo rispetto( preciso che il 99% delle persone sono completamente in buona fede quell'un% rimanente viene invitato ad andarsene quando scopriamo il trucco, non dico con un calcio nel sedere ma certamente senza il sorriso sulle labbra!).

I vari protocolli scientifici per gli esperimenti vengono decisi insieme al soggetto, e tendenzialmente accettiamo le condizioni che la persona ci chiede. Chiaramente se il soggetto, per esempio, si presenta affermando di essere in grado di poter piegare un qualsiasi metallo con la forza del pensiero, ma ci chiede di poterlo fare da solo in una stanza, scusate ma un po' di testa ce l'abbiamo per non farci prendere in giro( anche se volendo potremmo accettare e scoprire che quella persona appartiene al famoso 1%).

Voglio raccontarvi un aneddoto, per farvi capire il nostro approccio con i vari soggetti che si presentano da noi. Un giorno si presentò una signora che asseriva che con la sola imposizione delle mani era in grado di fare mummificare nel giro di qualche giorno un uovo aperto( tipo occhio di bue, per intenderci) in un piatto. Tra l'altro ne aveva portato uno suo con se. La cosa interessò l'equipe anche perché non ci era mai capitato un caso del genere. Fu preparato un protocollo scientifico accurato con la signora e venne firmato da ambo le parti. L'equipe chiese di poter eseguire lo stesso procedimento con 10 uova loro, la signora prima di accettare chiese però che le nostre uova non fossero vicino al suo. ACCETTAMMO! Quindi l'equipe mise l'uovo della signora in una stanza e le loro dieci in un'altra, le due stanze erano identiche come temperatura, umidità e via dicendo, ricordo che tutto questo era stato protocollato.

Una settimana dopo la signora prese il suo uovo e lo mostrò, era realmente mummificato(esattamente disidratato!), il problema è che anche le nostre uova erano completamente mummificate! Si tratta semplicemente di un fenomeno fisico( che non sto qui a spiegare altrimenti ci perderemmo per 10 minuti, chi volesse saperne di più può scrivermi, mrzunino55@gmail.com e glielo spiegherò) comunque in breve è un po così che va, l'uovo a differenza della carne( primo esempio che mi è venuto in mente) se tenuto in una stana poco umida tende a disidratarsi e non a marcire come la carne, che lascia anche un odore fetido( ci sono tanti altri alimenti che si comportano come l'uovo, ma anche qui chi ne voglia sapere di più mi scriva) venne spiegato il tutto alla signora ed il caso fu dichiarato RISOLTO! Solo una nota divertente, la signora forse non aveva capito bene la spiegazione,perché uscendo dopo i dovuti saluti,ed un buon caffè uscì con un gran sorriso esclamando:

“Che bello, allora abbiamo tutti questa dote!” Provate anche voi l'esperimento a casa, possibilmente non nella cucina che è per sua natura un ambiente abbastanza umido, in quanto si cucina. Quello che mi interessa chiarire è che il CICAP NON cerca di demolire le affermazioni, anzi..... Esiste un premio della fondazione Randy(purtroppo deceduto pochi mesi fa) di 10 milioni di dollari per chi sotto assoluto controllo scientifico e con la presenza anche di un prestigiatore professionista sia in grado di dimostrare una QUALSIASI facoltà paranormale, ripeto, QUALSIASI!

Concludo con una frase del famoso fisico( purtroppo scomparso anche lui pochi mesi fa) Giuliano Toraldo di Francia:

E' con questo spirito che il CICAP di argomenti scientifici di “Frontiera” Non per confutarli ad ogni costo ma per aiutarli aiutarli a verificarli al di là di ogni dubbio.

La spiegazione verrà poi!

- 3) Se avesse l'opportunità di esaudire un sogno, quale sogno sceglierebbe?

La prego, me ne conceda due:

1) (classico per noi del CICAP) scoprire finalmente un fenomeno paranormale.

2) Che la procreatrice degli imbecilli si decidesse a morire una volta per tutte, in quanto ho scoperto che non procrea ogni nove mesi come tutte le donne, ma ogni nove secondi!

In riguardo ala domanda:

- 4) Il CICAP ha avuto l’opportunità di studiare i microcip che molti addotti dicono di avere impiantato sotto la pelle e nel cervello? Se si, quali sono le conclusioni?

Ho ricevuto poco tempo fa una mail del prof. Silvano Fuso, che ricordo è docente di chimica, divulgatore scientifico, membro scientifico del CICAP e responsabile del gruppo scuole del CICAP.

Anche se a noi non è mai capitato di poter studiare questi addotti(probabilmente vengono tenuti alla larga da noi[preciso che questa è un opinione personale]) il prof. Fuso ha fatto riferimento a quanto esposto dal compianto Carl Sagan nel suo libro il mondo infestato dai demoni( Baldini&Castoldi, 1997).

Gli alieni avrebbero impiantato non ben identificati dispositivi in determinate parti del corpo dei malcapitati terrestri, ad esempio nelle narici. Molti di coloro che avrebbero subito questo insolito impiantato sostengono di averlo perduto o addirittura gettato via. Come dice Sagan:”questi rapiti sembrano persone sorprendentemente prive d curiosità”.

In qualche rara occasione ,comunque è stato possibile esaminare questi presunti dispositivi impiantai dagli alieni. In nessun caso è mai emerso qualche elemento che facesse pensare a un origine extraterrestre.

L'episodio più noto, che suscitò un certo clamore, è quello che vide protagonista un certo Richard Price. Costui sosteneva di essere stato rapito dagli alieni all'età i otto anni. Gli alieni avrebbero inserito un piccolo dispositivo all'interno del suo pene. Circa 25 anni dopo una visita medica confermò effettivamente la presenza di un corpo estraneo all'interno dell'organo genitale. Dopo otto anni il corpo estraneo venne espulso spontaneamente. Esso venne esaminato dai ricercatori del MIT(Massachusetts Istitute of Technology) e del Massachusetts General Hospital.

Esso era grosso circa 4mm. E aveva un diametro di un millimetro. Le analisi dimostrarono che era costituito da una massa di collagene originato dallo stesso organismo a causa di processi infiammatori. Oltre il collagene furono rilevate fibre di cotone appartenenti alla biancheria intima di Richard Price.

In conclusione quindi le testimonianze di coloro che sostengono di avere subito impianti corporei di microscopici dispositivi appaiono completamente implausibili.

Al pari di tutti i racconti relativi a generici rapimenti da pare di alieni, esse mancano assolutamente di qualsiasi prova concreta. Analogamente appaiono assolutamente infondate le storie relative ad altri esperimenti condotti dagli extraterrestri, ad esempio l'inseminazione di donne terrestri al fine di creare esseri ibridi. Tutte queste testimoniane non hanno alcun valore relativamente alla possibilità di dimostrare eventuali contatti con esseri alieni. L'unico interesse che esse possono suscitare riguarda gli aspetti sociologici, psicologici e psichiatrici che possono consentire di interpretare la loro origine.

L'intervista è terminata e no mi resta che dire:

FINE

Ma fine di cosa.......

5 commenti:

  1. Grazie per i post seguo con interesse!

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio Petali di stelle, se molto gentile. Probabilmente scriverò ancora,sicuramente sul'ufologia almeno una volta ancora, poi scriverò sicuramente qualche cosa di diverso, in quanto CICAPiano, studiamo anche altre tematiche, quali le pseudoscienze, i misteri, i miracoli e di tuto un pò. Ciao e nuovamente grazie
    Mauro.

    RispondiElimina
  3. Mauro prego, io ho una visione completamente diversa da quella del CICAP lo dico sin da subito :)) , in realtà non ce l'ho con la scienza ma non riesco a vederla come verità/realtà assoluta.
    seguo con interesse i vari dibattiti, interviste.

    RispondiElimina
  4. Mauro non so se leggerà questa mia domanda, magari qualcuno potrà riferirgliela. Io ero curiosa di sapere se il cicap aveva trovato dei microchip non necessariamente di natura aliena, questi chip che scopo e funzione avrebbero nel corpo umano? sono stati esaminati?
    Cioè esiste la possibilità che si possano intromettere nel corpo degli esseri umani dei microchip? Il cicap non sa nulla riguardo questo argomento?

    RispondiElimina
  5. Cara Petali di stelle, come promesso circa un'ora fa a Simo Simo, rispondo subito alla tua domanda, anzi mi scuso se in questo periodo ho un pò disertato, comunque tutti i post che m'interessano li ho nella casella personale e spero in settimana di poter postare i miei commenti a tutti! Ma veniamo a noi, prima di rispondere alla tua domanda voglio precisare che il tuo post precedente è alquanto interessante,mi spiego, sono perfettamente d'accordo con te che la scienza non sia una verità assoluta, ma purtroppo per ora abbiamo solo LEI per poter confutare questo mondo! Sia chiara una cosa, il C.I.C.A.P. essendo un comitato scientifico è obbligato a parlare in modo scientifico, ma teniao presente una cosa molto importante la scienza parte dall'empirismo, e segue la famosa frase di Galileo Galilei che sicuramente avrai letto,così non sto a riscriverla.Prima che un qualcosa venga accettato scientificamente deve passare al vaglio di tutta la comunità scientifica che farà di tutto per smontarla. Solo allora si potrà dire accertato scientificamente, ed in ogni caso se un giorno si dovesse scoprire qualcosa di nuovo la scienza sarà la prima ad intervenire, un esempio, in quanto recente e oramai sulla bocca di tutti anche di quelli che non ne sanno nulla! Se i neurini fossero realmente in grado di superare la velocità della luce(e per questo ci vorranno ancora anni per poterlo dimostrare, lo dice anche il CERN, a parte quell'imbecille del portavoce della Gelmini che credeva veramente che esistesse un tunnel,poi ci lamentiamo che la scuola sia allo sfascio come la ricerca)La fisica sarebbe tutta da rivedere, come se un giorno scoprissimo un vero fenomeno paranormale, tu credi che gli scienziati si lamenterebbero? Anzi....... è proprio grazie ad eventi nuovi che la scienza progredisce! Poi se sei in grado di dimostrarmi che c'è qualcos'altro in grado di fare quello che fa la scienza fammelo sapere. Purtroppo la scienza ha quell'immagine(attribuitagli)di severità, ma questo perché combatte anche i ciarlatani,quali le medicine alternative che non hanno mai saputo dare una risposta convincente alle proprie teorie. Ed ecco allora che giustamente gli si appioppa il termine di pseudoscienze! Ora io non so se tu creda all'omeopatia, ma perché tutti farmaci omeopatici non contengono come tutti i farmaci tradizionali la loro composizione e le indicazioni d'uso e i possibili effetti collaterali? A giorni scriverò un post abbastanza allarmante su questa pseudoscienza.Ma veniamo ora alla tua domanda( scusami se ho scritto quasi un romanzo, ma era un pò per farmi perdonare per l'attesa a risponderti e un pò per chiarire questa condannata al rogo "Scienza".
    Allora,in riardo ai microchip il CICAP come già detto non ha mai avuto modo di poterli studiare su persone che sostengono di essere state rapite dagli alieni e nemmeno microchip su persone normali, cavoli abbiamo tanti scienziati, ma non possiamo occuparci di tutto, anche per una questione finanziaria noi siamo una APS e non percepiamo NESSUN sovvenzionamento da NESSUNO, viviamo con le iscrizioni dei soci, la vendita dei nostri libri, e con chi ci vuole donare l'8x1000. Per il resto siamo tutti volontari, le nostre conferenze sono gratuite, a parte il convegno nazionale. In quanto alla possibilità che si possano immettere nel corpo umano dei microchip, sì questo è possibile e lo si fa già! Logicamente non come nei film tipo Matrix e generi vari. Pensi ai malati di cuore per fare un'esempio. Sicuramente non microchip in grado di sorvegliare l'attività di un'uomo(anche se si è MOLTO,MOLTO vicini.Comunque esistono diversi(pochi) microchip, per aiutare certe forme di malattia. Di più non so dirle, ma se vuole posso chiedere maggiori delucidazioni ai nostri scienziati e poi trasmettergliele. Mi faccia sapere, essendo ancora per un pò uccel di bosco le lascio la mia mail qualora avesse bisogno di maggiori delucidazioni e la saluto cordialmente
    Mauro Zunino. mrzunino55@gmail.com

    RispondiElimina