lunedì 12 settembre 2011

Esplosione in Centrale Nucleare In Francia

Un morto e quattro feriti è il bilancio provvisorio dell'esplosione avvenuta nella Centrale Nucleare di Marcoule sita in Francia Meridionale, presso la città di Chusclan, a 257 Km da Torino e 247 da Ventimiglia.
L'esplosione non riguarda un reattore ma un forno per il trattamento del combustibile.
Il Governo Francese assicura l'assenza di perdite radioattive accertate ma la paura nella regione tra le famiglie è altissima. Nella zona prossima alla centrale abitano circa 1000 persone ma nella regione Linguadoca-Rossiglione, quella che sarebbe coinvolta maggiormente da una tragedia nucleare, ne abitano 2,5 milioni.
La CEA (commissariato energia atomica) garantisce l'assenza di radioattività e la sicurezza dei lavoratori all'interno della struttura dovrebbe essere in norma.
I pompieri giunti sul posto dopo l'esplosione del forno hanno creato una protezione contro eventuali fughe.
In passato questo sito ha contribuito alla costruzione dell'armamento atomico francese. Il primo reattore, il n°1, è stato costruito nel 1955 ed è ancora funzionante benché non destinato alla produzione di energia elettrica.
A Marcoule esiste anche un reattore prototipo chiamato Phénix, un mostro da 250 MW, facente parte della famiglia dei reattori autofertilizzanti (reattori a fissione che producono più materiale fissile al proprio interno di quanto ne consumino).
Ancora una volta l'abbiamo scampata per un pelo. Quando capiremo che la via dell'Energia Nucleare porta solo ad una località chiamata 'Morte'?

Nessun commento:

Posta un commento