giovedì 5 maggio 2011

I Misteri Visti Dal Cicap: Intervista a Zunino - Parte 2 - Alieni

3)- Secondo lei è possibile che una qualche civiltà aliena interferisca clandestinamente con la nostra esistenza?

L’equazione degli Alieni
Quando le vecchie credenze furono abbandonate, molti si chiesero se le stelle potessero invece lontani soli, che illuminavamo mondi abitati da altri esseri viventi. Finché nel corso del xx secolo, la possibile esistenza di altre forme di vita nel cosmo cominciò ad essere considerata non solo più un tema filosofico,letterario, o religioso, ma un problema scientifico vero e proprio.
Nel 1961 una dozzina di eminenti studiosi di varie discipline, dalla biologia, all’astronomia, si riunirono nella cittadina statunitense di Green Bank, in West Virginia, per discutere una formula matematica che permettesse di rispondere alla domanda fondamentale:”Siamo soli?”
Affrontare questo interrogativo con gli strumenti e il rigore propri della scienza è il compito dell’”ASTROBIOLOGIA”. Disciplina nata dall’incontro dalle scienze della vita e da quelle dell’universo.
Cinquant’anni dopo la conferenza di Green Bank, grazie alle sonde spaziali sappiamo che l’unico pianeta del sistema solare dove è attualmente presente la vita è il nostro. Però sono stati scoperti centinaia di pianeti extrasolari nella via lattea e gli esperti ritengono che sia vicino il momento in cui troveremo un mondo potenzialmente adatto allo sviluppo della vita.

Andrea Bernagozzi
Si è laureato in fisica all’università degli studi di Milano per conseguire il Master in comunicazione della scienza alla scuola di studi superiori avanzati(SISSA) di Trieste. Attualmente è ricercatore all’osservatorio astronomico della valle d’Aosta, per il progetto “Pianeti extrasolari”, sviluppato dall’istituto valdostano e dall’INAF-osservatorio astronomico di Torino, per cercare pianeti simili alla terra in orbita, a stelle nane rosse nelle vicinanze del sole.
  
Qualche riferimento astronomico, che forse leggendo la mia risposta potrebbe tornare utile al lettore.

Distanze:
1Km=1000 m
R Terra=6300 km
u.a. distanza media tra terra e sole
1 u.a. = 150.000.000 km (raggio orbita di rivoluzione)
Anno Luce: distanza percorsa dalla luce in un anno nel vuoto.
1 giorno= 86.400 secondi
1 anno = 31 536 000 secondi: 31,5 milioni di secondi.


C = 300 000 km al secondo


D= c t = 3 105 3,15 10 7 = 9,5 1012km:


1 a.l.= quasi 10 mila miliardi di km =63 UA


  Pianeta                         Distanza media 
                        
                 milioni di km     UA
 
Mercurio                     58                   0,4

Venere                      108                   0,7

Terra                         150                   1  

Marte                        228                   1,6

Giove                        778                   5  

Saturno                   1427                  10

Urano                      2870                  19  

Nettuno                   4500                  30 


Pianeta                      Distanza media       
                                 minuti luce           UA
 
Mercurio                            3,2                        0,387

Venere                                6                           0,723

Terra                                  8,3                         1    

Marte                               13                            1,564

Giove                               43                            5,209

Saturno                            1 h + 20                   9,539      

Urano                               2 h + 40                 19,18      

Nettuno                            4 h + 9                   30,06

Non c' è niente ad 1 anno luce dal Sole!
L'oggetto più vicino è una stella: Proxima Centauri a 4,2 anni luce.


TEMPO REALE UNIVERSALE                                      TEMPO IN 1 ANNO
50 anni                                                                                  0,125”

100 anni                                                                                0,25”

400 anni                                                                               1”

1000 anni                                                                             2,5”

2000 anni                                                                             5”

10.000 anni                                                                         25”

100.000 anni                                                                      4’10”

1milione di anni                                                              41’e40”

2 milioni di anni                                                            1h23’20”

10 milioni di anni                                                         6h 56’40”

100 milioni di anni                                                       2 giorni 21h26’40”

 
  
Nell’anno universale comprimiamo tredici miliardi di anni in 365 giorni.

Credo debba chiedermi prima di tutto se credo in altre forme di vita; ebbene:

Ci sono all’incirca 400 milioni di stelle solo nella via lattea, e forse altrettante 400 milioni di galassie nell’universo!(che è in continua espansione!) E’ quindi ragionevole pensare che in cosmo che ha 14 miliardi di anni d’esistenza esista una civiltà avanzata “almeno”( ho detto ALMENO!) quanto la nostra: E’ l’enormità dei numeri a pretendere che sia così. Se le dimensioni e l’età dell’universo “Sostengono” con forza l’esistenza di popolazioni aliene perché non ne abbiamo una “Reale”testimonianza?
Dal 1950 quando Enrico Fermi domandò:”Dove sono tutti quanti?”(questo famoso paradosso porta il suo nome). Negli anni migliaia di scienziati di primo piano, ma anche filosofi, storici, ed autori di fantascienza si sono cimentati e si cimentano tutt’oggi con questo paradosso. Qualcuno a dirittura sostiene che essi siano “non riconosciutiin mezzo a noi, altri semplicemente che tali civiltà non ci abbiano ancora contattati, e logicamente( e giustamente, in quanto è giusto che ognuno di noi abbia le sue convinzioni) ci sono anche gli scettici. A questo punto dopo tutto questo preambolo la mia risposta è ASSOLUTAMENTE”SI!
Adesso, però bisogna chiarire una cosa: ammesso e non concesso che qualche altra forma di vita sia arrivata da noi sulla terra, vorrebbe dire che è molto, ma molto più progredita di noi,( che siamo appena arrivati sulla Luna e solo ora cominciamo a studiare Marte,inviando delle sonde spaziali che la fotografino, ma  non possiamo ancora pensare ad un ammaraggio su di essa. Per quello dovremo attendere almeno fino al 2025-2030). Quindi perché dovrebbero interferire sulla nostra esistenza? Avrebbero già tutti i metodi per scoprire tutto su di noi, senza dover perdere tempo per studiarci, queste cose lasciamole ai film di fantascienza, che guarda caso sono sempre “catastrofici”(tanto per riempire il botteghino) o ai libri di fantascienza, tipo Asimov(che però, quando scrive un racconto cerca di stare il più vicino alla scienza, alla realtà, racconta qualcosa che, però è vicino alle scoperte già avvenute e quelle che si stanno studiando, creando così racconti futuribili. Pensiamo a Giulio Verne, quando scrisse il famoso libro dalla terra alla luna lo volevano quasi internare eppure…) non certo a quei pseudo-scittori di terzo ordine.
Inoltre, perché non dovrebbero cercare di comunicare con noi? Non certo per paura, tecnologicamente sarebbero più avanzati di noi in caso di attacchi(come piace credere ai complottisti ed agli stupidotti che gli credono) da parte nostra. Ed ancora, se realmente ci sono, o sono passati da noi, saprebbero benissimo che noi umani stiamo facendo di tutto per trovare nuove forme di vita, che stiamo cercando in tutti i modi di poter comunicare con loro, chiunque essi siano!(qui mi viene in mente il famosissimo film “incontri ravvicinati del terzo tipo” dove anziché creare scenari catastrofici, tipici dei film hollivudiani, per riempire il botteghino, ( pensi all’ultimo film “2012”) in questo caso finalmente vediamo il genere umano che cerca di trovare una possibilità di contatto musicale per poter conoscersi.) E loro lo saprebbero benissimo! Susi, io non la conosco, e lei non conosce me, eppure abbiamo stretto amicizia tramite internet, la nuova tecnologia che ci permette di sapere, conoscere, parlare in tutto il mondo in tempo reale; Capisce cosa voglio dire? Inoltre nell’immaginario collettivo siamo abituati a pensare a forme di vita tipo “et”, ma un microrganismo non è già vita? La chiesa non accetta la pillola del giorno dopo in quanto è già cominciata una vita(a parte che non accetta nessun tipo di contraccezionale, ma questa è un’altra storia.) Che sotto i nostri occhi in quel momento non ci dice niente, ma ……...  non potrebbe essere fatto semplicemente così, ma essere in grado di fare cose che noi neanche immaginiamo, quali venire sulla terra? Siamo troppo condizionati da icone create da noi per dare un senso a ciò che non conosciamo(l’Inferno dove i dannati subiscono supplizi, il Paradiso come luogo idilliaco, tutte figure per darci la possibilità di vedere ciò che non conosciamo e non riusciamo ad immaginare) E poi questi poveri alieni sempre raffigurati in modo orripilante, pensi ai marziani… Mi viene in mente una frase di Piero Angela(fondatore nel 1989 del Cicap con Massimo Polidoro e scienziati quali la Montalcini, la Hach, etc.) “Bisogna aprire la nostra mente,ma non troppo affinché il cervello non caschi per terra”.
Quindi, NO se ci sono o vengono NON interferiscono con la nostra esistenza, sarebbe semplicemente “STUPIDO”. Consiglio un libro:” Se l’universo brulica di alieni, dove sono tutti quanti” scritto sul paradosso di Fermi e al problema della vita extrattestre  edito da Focus,  scritto da Stephen Webb, fisico teorico, si occupa di didattica della fisica e della matematica in Inghilterra, dove vive. Il libro è stato finalista all’evetis prize del 2003. In questo libro il fisico presenta i più belli paradossi sulle soluzioni di Fermi. Con un resoconto rigoroso comprensibile e divertente.

Parte 1 

Nessun commento:

Posta un commento